Pedalate olandesi.

Mentre da noi il sole primaverile inizia a farsi vedere, una notizia che ci ricorda il freddo dell’inverno. Quante volte col freddo del mattino di gennaio la macchina si è rifiutata di accendersi, i pulman sono arrivati alla fermata carichi di gente e solo l’idea di andare a piedi ci ha fatto congelare le ossa? Nella regione di Utrecht, nei Paesi Bassi, hanno trovato la soluzione: andare in bicicletta anche in pieno inverno. Nel paese già famoso per l’uso massiccio delle due ruote è nato un progetto rivoluzionario: lo scorso inverno sono state fatte le prime sperimentazioni di una pista ciclabile riscaldata.

Funziona più o meno come i sistemi di riscaldamento a pavimento usati in tanti edifici: un tragitto di tubature a 50 metri di profondità rilascia il calore accumulato tramite pannelli solari sciogliendo neve e ghiaccio sulle piste ciclabili e rendendo confortevoli gli spostamenti per i ciclisti. Per ora il progetto è ancora in fase di discussione e i costi di realizzazione sembrano piuttosto elevati ma fa ben sperare l’atteggiamento di un paese come l’Olanda da sempre sensibile al tema della salute pubblica e della tutela dell’ambiente.

Altro progetto innovativo sul tema della sostenibilità è quello lanciato nel 2012 sempre in Olanda dall’azienda Tolkamp Metaalspecials. Si tratta di un multi-tandem con undici postazioni pensato per accompagnare i bambini a scuola. Uno solo è il posto di guida – occupato dall’insegnante che conduce il bus mentre tutti i passeggeri pedalano. Il ciclobus è stato prodotto e testato in alcune scuole pilota e sembra che il test sia andato a buon fine (una divertente fotogallery è disponibile all’indirizzo http://www.tuttogreen.it/fotogreen/bicibus-in-olanda/Un+primo+piano+del+bicibus+olandese/53063/2772/ ). Dopo la sperimentazione in diversi paesi europei del pedi-bus, potrebbe essere questo un metodo divertente ed ecologico per educare i bambini fin da piccoli al rispetto dell’ambiente e della loro salute.

Speak Your Mind

*


*